La check list per il bilancio

È finalmente arrivata la Primavera, la Pasqua è alle porte, e negli Studi dei Commercialisti si lavora sodo sui bilanci contabili del 2014!

La chiusura dei bilanci, infatti, è uno dei lavori più delicati e impegnativi dell’anno, perché in base a come si chiude il bilancio si elaborerà la dichiarazione dei redditi e gli studi di settore, si calcoleranno le imposte da pagare, e ci potrebbero essere controlli da parte dell’Agenzia delle Entrate.

Tante diverse conseguenze possono scaturire da un bilancio più o meno corretto.

Il nostro scopo, come Studio Commercialista, è redigere un bilancio corretto per vivere serenamente il Vostro (e nostro!) lavoro e non avere problemi con accertamenti, controlli o simili.

In questo articolo riepiloghiamo alcune voci a cui prestare particolare attenzione e per le quali abbiamo bisogno della collaborazione dei nostri Clienti.

 

1. I costi

Controlliamo e inseriamo subito gli ultimi costi inerenti la Vostra azienda, rilevati in documenti datati 2015 ma di competenza  2014 come:

  • fatture di utenze (telefono, energia elettrica, gas…)
  • affitti e spese condominiali
  • contratti di  leasing automezzi o attrezzature (per controllare la deducibilita ai fini irap)
  • prospetti dei costi del Tfr, dell’ Inail, prospetti per gli studi di settore e per il calcolo dell’Iraq (elaborati dal Consulente del Lavoro)
  • quote dei costi Enasarco e Firr per Agenti e rappresentanti di commercio
  • diritto fisso della Camera di Commercio
  • quote di  iscrizione ad  albi professionali
  • assicurazioni: per gli immobili dove è esercitata l’attività, rischi civili, professionali, automezzi, bolli annuali degli automezzi
  • competenze bancarie attive e passive, soprattutto quando sono di entità rilevante
  • altri costi per ratei passivi (ad esempio le fatture di professionisti di competenza 2014 pagate nel 2015)
  • eventuali perdite su crediti
  • prospetto delle deduzioni forfettarie degli autotrasportatori per le trasferte fuori dal comune del domicilio (da compilare a cura del Cliente)

 

2. Ricavi e compensi

La seconda serie di dati da inserire sono gli altri ricavi e compensi, quali:

  • premi per agenti di competenza 2014 fatturati nel 2015
  • inventario delle rimanenze finali di merce, imballi, lavori in corso di esecuzione: è una delle voci più importanti per le imprese commerciali, essenziale per determinare il risultato di esercizio , scarica qui un facsimile

Questa voce è importante anche per controllare il controllo costo del venduto e il ricarico delle imprese commerciali  ai fini degli studi di settore

 

3. Fatture in sospeso

Per i  Professionisti, il cui reddito è tassato in base al principio di cassa inoltre bisogna controllare le fatture al 31/12/14 rimaste da pagare o incassare

 

4. Modelli CU ricevuti

Consegnateci tempestivamente i Modelli CU ricevuti  (certificazioni dei compensi e ritenute) se siete professionisti e, se siete imprese, per le fatture emesse a condomini, per poter recuperare nel Modello Unico le ritenute già versate dai sostituti d’imposta (vedi articolo su CU)

 

5. Confronto con il precedente bilancio

Infine confrontiamo insieme questa bozza di bilancio con quella del 2013, in particolare il fatturato, i costi principali e di conseguenza l’utile o la perdita, ed analizziamo le cause degli scostamenti per giustificare eventuali incoerenze o incongruenze negli studi di settore.

 

Non per ultimo, storniamo nel 2015, con le apposite procedure contabili, i cespiti dismessi, obsoleti o eliminati in discarica con una apposita ricevuta o con una fattura (anche per un valore modesto) per avere un archivio dei cespiti in ordine è aggiornato.

Noi calcoliamo gli ammortamenti (quote dei costi dei cespiti ripartiti per più anni) in base alle aliquote e ai limiti ministeriali (per autovetture, cellulari, immobili e altri beni promiscui ) ed eventuali plus/minusvalenze.

 

Tax planning

Nel caso che abbiate bisogno di un tax planning per avere una stima approssimativa  di  quante imposte pagherete a giugno o luglio, chiedetecelo pure! Organizzerete in anticipo i Vostri flussi di cassa ed evitarete preoccupazioni inutili!

 

Prendiamo un appuntamento per la consegna di tutti gli ultimi documenti contabili e personali (che riepilogheremo in un prossimo post) dopo Pasqua!

Contatta Studio Commercialista Tallarita

 

Se pensi che questo articolo sia utile, condividilo! Grazie

 

Nata nel 1973, comincio a lavorare in Studio dal 1991 e mi laureo nel 1998, mi iscrivo all’Ordine dei Commercialisti nel 2001. Le mie principali competenze, oltre alle classiche contabili e fiscali, sono: – Rilancio delle piccole imprese e microimprese – Assisto i “Food and beverage manager” per il settore della ristorazione – Amministrazione di Sostegno, per garantire un supporto professionale e umano alle persone con disabilità – Formazione per la gestione della contabilità

Be first to comment